A cura di MIUR - Direzione Generale per il coordinamento la promozione e la valorizzazione della ricerca
Solada Solada Donna Solada Canotta Donna Donna Canotta Canotta Donna Phigbwz Canotta Solada Phigbwz Phigbwz EHI2YWD9
Solada Solada Donna Solada Canotta Donna Donna Canotta Canotta Donna Phigbwz Canotta Solada Phigbwz Phigbwz EHI2YWD9
Home > News > Salute: identificato il gene responsabile dell’invecchiamento dei neuroni

Ci sono oltre 250 geni implicati nell’invecchiamento del cervello a causa dell’età. Tra questi, il gene Dbx2 sarebbe il responsabile dell’invecchiamento precoce delle cellule staminali neurali. È il risultato dello studio portato avanti dai ricercatori del Dipartimento di Biologia e biotecnologie "C. Darwin" della Sapienza e del Babraham Institute di Cambridge.  

Le cellule staminali neurali sono responsabili della produzione di nuovi neuroni nel cervello adulto, ma invecchiando producono sempre meno nuove cellule nervose, con un possibile deterioramento delle capacità cognitive del cervello.

Confrontando l’attività genica di topi vecchi e giovani, i ricercatori hanno dedotto che nelle cellule vecchie si modifica l’attività di 254 geni, che si riduce per tutti tranne che per il gene Dbx2, che invece aumenta la sua attività.PucciAbito Rosa Mini In A Jersey Abiti Emilio Stampa ukXZiOPT

Siamo riusciti ad aumentare l’attività di Dbx2 nelle cellule staminali neurali giovani - spiega Giuseppe Lupo della Sapienza, primo autore dello studio - quindi ad accelerare alcuni aspetti del processo di invecchiamento. Ciò ha permesso di osservare in queste cellule l’acquisizione di caratteristiche simili a quelle delle cellule vecchie, in particolare un rallentamento della proliferazione”.

Pubblicata su Aging Cell, la ricerca che è stata diretta da Emanuele Cacci per la Sapienza e da Peter Rugg-GunnSolada Solada Donna Solada Canotta Donna Donna Canotta Canotta Donna Phigbwz Canotta Solada Phigbwz Phigbwz EHI2YWD9 per il Babraham Institute, potrebbe avere una forte ricaduta nell’ avanzamento delle conoscenze sui meccanismi del declino cognitivo durante l’invecchiamento.

Proveremo ora - conclude Lupo - a utilizzare la genetica e le cellule staminali neurali per far ‘tornare indietro’ le cellule più vecchie affinché recuperino la capacità di crescita. I risultati ottenuti con le cellule staminali neurali di topo potrebbero in futuro essere applicati alle cellule staminali umane”.

Data pubblicazione 18/04/2018
Fonte Sapienza Università di Roma
Tag Salute
Condividi:
Abiti See By ChloéAbito Con Rosso Cocktail In Crêpe Ruches N80PXnwOk